top of page

Lele Sgherza: 'Un IPS da spettacolo!'


"Un torneo attesissimo, in una data storica in cui lo scorso anno abbiamo fatto il record per il format da mezzo milione di euro garantiti. E siamo al lavoro per spettacolizzare ancora di più l'esperienza di gioco per i players che ci verranno a trovare al Perla Resort di Nova Gorica dal 31 gennaio all'11 febbraio". Lele Sgherza, Chief Operating Officer di EuroRounders, carica l'ambiente a 10 giorni dall'Italian Poker Sport da 500mila euro garantiti che mette sul piatto tanto poker e spettacolo assicurato, oltre ai premi in palio. Partiamo dai record: "L'anno scorso ne abbiamo centrati tanti ma quello di febbraio con IPS è quello che spianò la strada a dodici mesi che sono risultati essere fantastici. Centrammo 2.462 entries, il record per il format da 500K e le premesse per fare bene anche stavolta ci sono tutte. E' cambiato un po' lo schedule proprio da quell'evento quando inserimmo i Day2 in mezzo, quelli intermedi che offrono tantissimi vantaggi ai players - prosegue Sgherza - ma anche i bonus chip leader e tante altre opportunità. Sono tutti plus che vogliono favorire sempre i players e contribuire a costruire un evento dai grandi numeri che dia soddisfazione a tutti". La forza di un torneo è sempre il buon gioco ai tavoli: "La struttura IPS è pazzesca - basta vederla su www.eurorounders.com appena letta questa intervista - e notare che al Day2 si riparte dall’ultimo livello del Day1, il 2.000/4.000 BBA 4.000, mentre al Day3 si torna indietro addirittura di ben 5 livelli e, cioè, dal 18esimo livello del Day2 il 5.000/10.000 BBA 10.000. Chi segue le cronache di IPS o, ancora meglio, l’ha giocato, sa che i big blind a disposizione dei players sono sempre tra i 30 e i 40 a seconda, ovviamente, delle eliminazioni e del flow del torneo. Una garanzia di sicura giocabilità". I livelli passano dai 40 minuti del Day1 ai 50 del Day2 fino ai 60 del Day3, infatti. Parlavamo di spettacolarizzare l'evento, cosa state studiando? Sgherza, tra l'altro, è la figura ideale per dare un tocco in più agli eventi di EuroRounders visto il radioso passato proprio nel mondo dello spettacoli e viste le tantissime esperienze accumulate nell'intrattenimento: "Non voglio spoilerare nulla, preferiamo far trovare le novità ai players. Posso ribadire il concetto che è quello di rendere l'evento sempre più spettacolare, dalle scenografie al coverage media e regalando sempre la migliore esperienza ai players professionalizzando tutti gli aspetti dell'evento, curando i minimi dettagli", continua Sgherza. C'è qualche indicazione da dare ai players visto che siamo in dirittura d'arrivo con i primi Day1 e i primi tornei dello schedule? "Consigliamo di venire a giocare la prima settimana, nei primi Day1 - spiega il Coo EuroRounders - non solo per lo Special Price che offre un buy in più conveniente e anche i bonus chip leader ma perché ci sono disponibilità e tante promo sulle camere per i giorni di presenza. La bella notizia è che si va verso il sold out nella fase finale quindi cerchiamo di consigliare flight più comodi e tranquilli anche a ridosso dell'ultimo weekend". A breve verranno comunicati i dati del 2019 che pare siano magnifici. Qual è il bilancio di Lele Sgherza e quali le aspettative per il 2020? "Già riconfermare un 2019 così sarebbe meraviglioso. Ma siccome il nostro obiettivo è sempre quello migliorare e crescere sempre di più, pur non spoilerando nulla, presenteremo qualche novità in questi mesi che potrebbe rappresentare un vero valore aggiunto per il 2020", conclude.


62 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page