top of page

I 24 players qualificati al final day dei Warriors of Liechtenstein



Liechtenstein - Con un super chip leader come il tedesco di origini orientali Kawasaki a quota 3,8 milioni di chips i 24 players left dei Warriors of Liechtenstein vanno riposarsi per tornare oggi alle 15 quando si giocherà il final day da 50 minuti a livello di gioco fino all’elezione del vincitore. Tre tavoli di cui uno che sarà televisivo per vedere sfidare i “guerrieri” rimasti in gioco sulle 901 entries che hanno generato un montepremi da 291.780 franchi svizzeri. L’obiettivo è il primo titolo di questo format organizzato da PkLive360.net al Grand Casino di Liechtenstein che vale oltre 58mila Chf.

È stato Claudio Piceci, vecchia conoscenza del poker d’Italia con il suo storico final table all’EPT di Sanremo vinto da Liv Boeree nell’aprile del 2010, che manda 6X con K5s a cuori e viene chiamato da un player di origine asiatiche con QQ. Il board avrebbe anche regalato uno split 7-9-J-8-10 ma una “dama” allunga la straight ed elimina l’italo svizzero.

Con la sua eliminazione si torna al livello 20.000/40.000/40.000 che si rigiocherà insieme al 25.000/50.000/50.000 ripartendo dalla media torneo è di 1.501.666 24 left. I 24 left hanno già in tasca 1.845 Chf per i loro sforzi. Il buy in di partenza era da 390 franchi.

La svolta della giornata è stata ovviamente la zona bolla. C'è voluto un livello di gioco più o meno con giusto una mano assurda di Levente e un raddoppio di uno short sempre sullo stesso player locale per arrivare al colpo decisivo condotto da Emanuele Martusciello che aveva 1 milione davanti e che ha causato lo scoppio della bolla dei premi mandando i 98 left alla cassa. Questo il colpo: apre, all in di Mauro Gees alla sua sinistra per 120.000 e call. AK vs 77 e board liscio anche se si era aperto un flush draw che si è subito annullato al turn. Out senza premio Mauro Gees con Martusciello che vola a 1,3 milioni circa quando la media è sotto le 400.000 chips.

Tornando al count al comando c’è Kawasaki che ha davvero martellato tutti i tavoli in cui ha giocato e tornerà di con 95 bui su un altro player terribile, Toska, che ha avuto però un andamento decisamente più altalenante causando enormi spostamenti di chips nel penultimo tavolo in cui è stato. Ma è indubbiamente un giocatore temibilissimo. Viene dal cash game visto che è un reg di questa room come tanti altri che hanno caratterizzato questo evento.

Ha 3,1 milioni mentre Alesandar Trajkovski scende a 2,4 milioni di gettoni. Sopra i due milioni c’è anche Andrea Salamone che è stato autore di un miracolo grazie ad una serie di colpi che si sono incastrati dopo lo scoppio della bolla. Per lui un’ottima crescita nel giro di pochi colpi. KK vs A9 e raddoppia da 500.000 a oltre 1 milione.

Poi apre da utg con 1,1 milioni dietro e riceve la 3bet. Salomone 4betta all in e trova il call: QQ vs KK e Q sul board dove ci sono anche due cuori e vola a 2,4 milioni per chiudere sopra i 2,2 milioni.

Un’altra storia da raccontare è quella di Oliver Boyer che, invece, è passato da 20.000 chips a 2 milioni per poi chiudere a 1.155.000. Viene dal Canada ed è stato aiutato da almeno un paio di coppie d’Assi che ha massimizzato alla grande.

Appuntamento alle 15, quindi, con il final day dei Warriors of Liechtenstein.


Il count del final day:

Kawasaki 3.805.000

Toska 3.145.000

Alesandar Trajkovski MAC 2.450.000

Robert Kurzmann 2.295.000

Andrea Salamone IT 2.260.000

Firaldo 2.180.000

Stipe Orec CR 1.900.000

O-C CH 1.750.000

Oliver Boyer CH 1.580.000

Michael Sieber CH 1.465.000

Michael Forster 1.430.000

Nguyen Hao 1.270.000

Sancho 1.245.000

Otto Onkel 1.230.000

Thomas Winder 1.155.000

Marian Gadza HR 1.070.000

Grzegorz Bedzyk 950.000

Perry CH 875.000

BoSSamTisch 850.000

Dalibor Mijic HR 830.000

David Heath SC 565.000

Gianluca Paroli CH 550.000

Sascha Vespermann DE 540.000

Alfonso Perlino 67.000

*Ricordiamo che il chipcount è ufficioso in quanto viene riportato, come indicato, da dichiarazione verbale dei giocatori


ENGLISH VERSION

Liechtenstein - With a super chip leader as the German of oriental origin Kawasaki to share 3.8 million chips the 24 players left of the Warriors of Liechtenstein are going to rest to return today at 3 p.m. when the final day will be played from 50 minutes to level of play until the election of the winner. Three tables including one that will be televised to see challenge the "warriors" left in the game on 901 entries that generated a prize pool of 291,780 Swiss francs. The objective is the first title of this format organized by PkLive360.net at the Grand Casino in Liechtenstein which is worth over 58 thousand Chf. It was Claudio Piceci, old acquaintance of poker in Italy with its historic final table at EPT San Remo won by Liv Boeree in April 2010, which sends 6X with K5s hearts and is called by a player of Asian origin with QQ. The board would have also given a split 7-9-J-8-10 but a "checkers" extends the straight and eliminates the Italian-Swiss player. With his elimination we return to the 20,000/40,000/40,000 level that will be replayed along with the 25,000/50,000/50,000 level starting from the tournament average of 1,501,666 24 left. The 24 left already have in their pockets 1,845 Chf for their efforts. The starting buy in was 390 Chf.

The turning point of the day was obviously the bubble zone. It took a level of play more or less with just an absurd hand of Levente and a doubling of a short always on the same local player to get to the decisive blow conducted by Emanuele Martusciello who had 1 million in front and that has caused the burst of the bubble of prizes sending the 98 left to the cash. Here's the deal: Mauro Gees opens, all in to his left for 120,000 and calls. AK vs. 77 and a smooth board even though a flush draw was opened and immediately cancelled on the turn. Mauro Gees out without a prize with Martusciello who flies to about 1.3 million when the average is under 400,000 chips. Returning to the count at the command there is Kawasaki who has really hammered all the tables where he played and will return with 95 blinds on another terrible player, Toska, who had, however, a trend decidedly more fluctuating causing huge movements of chips in the penultimate table where he was. But he is undoubtedly a fearsome player. He comes from the cash game as he is a reg of this room like many others that have characterized this event. He has 3.1 million while Alesandar Trajkovski drops to 2.4 million chips. Above the two million there is also Andrea Salamone who was the author of a miracle thanks to a series of shots that are stuck after the burst of the bubble. For him an excellent growth in a few shots. KK vs A9 and doubles from 500,000 to over 1 million. He then opens from the open hand with 1.1 million behind and receives a 3bet. Salomone 4-bets all in and finds the call: QQ vs KK and Q on the board where there are also two hearts and flies to 2.4 million to close above 2.2 million. Another story to tell is that of Oliver Boyer who, instead, went from 20,000 chips to 2 million and then closed at 1,155,000. He comes from Canada and was helped by at least a couple of pairs of Aces that has maximized great. Appointment at 15, then, with the final day of the Warriors of Liechtenstein.

110 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

コメント

5つ星のうち0と評価されています。
まだ評価がありません

評価を追加
bottom of page