top of page

L'Italian Poker Sport torna al King's Resort di Rozvadov: ecco tutte le date!



L’Italian Poker Sport torna a Rozvadov, al King’s Resort dove ha centrato record su record di entries e prize pool. E si riparte subito, dl 30 giugno al 5 luglio, con un torneo da 500mila euro di montepremi garantito per tornare subito a correre e riportare il poker live ai fasti dei tempi prima della pandemia. Euro Rounders, nell’attesa di presentare gli schedule dettagliati, ha intanto fissato un fittissimo calendario nel 2021 proprio nella casa del poker europeo di Leon Tsoukernik e diretta da Federico Brunato.

Agende alla mano, quindi, visto che si giocherà (ma i format non sono stati ancora svelati) dal 4 al 9 agosto e dal 29 settembre al 4 ottobre. L’ultima data, per ora, è calendarizzata dal 3 all’8 novembre.

Grande curiosità, quindi, mentre mancano appena 24 ore allo start dello Shark Bay da 200mila euro in programma fino all’8 giugno in quel di San Marino presso la Giochi del Titano. Due settimane di grande poker per il primo torneo con garantito organizzato in Europa.

Che poker troveranno i players a Rozvadov a fine giugno? Innanzitutto la speranza è quella che le restrizioni cadano una ad una col passare dei giorni e col miglioramento della situazione epidemiologica. Detto questo era stato il poker director Federico Brunato a illustrare come si giocherà e quali saranno i protocolli di sicurezza: “Dal primo luglio entrerà in vigore il Covid pass per chi è vaccinato in Ue e i problemi di spostamento dovrebbero essere azzerati o quasi. Potrebbe servire un test negativo o il vaccino. In Repubblica Ceca a inizio giugno si inizieranno a prenotare anche i cittadini dai 16 anni in su e ora si sta procedendo dai 45 anni in poi come fascia d’età. Per questo siamo confidenti che si potrebbe tornare a giocare e a organizzare eventi con assembramenti anche a livello culturale e musicale nelle prossime settimane e si potrà tornare alla normalità”.

Come si giocherà in sala? “Intanto stiamo lavorando per fare tamponi rapidi a tutti grazie ad una struttura già esistente e che si trova appena fuori dal King’s, specie per chi viene dalla Germania. Ai tavoli - prosegue Brunato - non ci sarà il plexiglass, io e anche Leon, lo odiamo. Non crediamo sia un’esperienza di gioco, non è poker live, sembra di stare in prigione (o alle poste? Ndr) più che ad un torneo. Sei un resort e vuoi sentirti libero e rilassato e ci sono altri modi per prevenire il Covid-19 come le mascherine ffp2 che forniremo a tutti i players con i guanti e le postazioni di sanificazione dappertutto e in tutti i tavoli”.

1.724 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page