Banner_festival.gif

Johnny Mansutti: "Grazie alla prima settimana giocherò l'Epm coi Golden Boys"

June 28, 2019

 

“Non mi perderò assolutamente l’Euro Poker Million dal 15 al 30 luglio al Perla Resort di Nova Gorica ma devo ringraziare la struttura che consente anche di giocare la prima settimana e di qualificarsi alle fasi finali, altrimenti, per lavoro, non sarei mai potuto venire! Un grande torneo e difenderò i colori dei mitici Golden Boys!”. Lui è Johnny Mansutti, 44 anni, friulano Doc e imprenditore (ha una ditta che recupera e lavora materiale plastico), ed è reduce dal terzo posto all’Italian Poker Sport dello scorso aprile quando si portò a casa 40mila euro che rappresenta il suo best live cash in carriera. 

Lavoro permettendo, quindi, Mansutti non si perderà il milione garantito dell’Epm. Ma questo solo grazie alla first week low cost: “Giocherò subito perché poi sono impegnato col lavoro e questo schedule mi consente di farlo - spiega Johnny - il buy in è più conveniente ma a me poco cambia visto che la mia filosofia è freezeout e se esco non farò re entry. Ma questo ormai lo sapete. Però mi mi piace come formula perché se uno ha dei problemi in una settimana ha tanti modi per giocare e se si qualifica per il Day3 ci si organizza con tanto tempo a disposizione”. 

Uno che ha fatto terzo all’Ips ne sa qualcosa delle strutture di Euro Rounders: “Da come mi dite la struttura sarà addirittura migliore dell’Ips e ne sono felicissimo. Nel torneo scorso era eccezionale, una media di oltre 35bb anche al final table e penso sia davvero difficile chiedere di più. Se Epm migliorerà ancora penso che sarà dura per voi che seguite il torneo - scherza Mansutti - ma penso che sia più bello per tutti vedere action di un certo tipo e non solo push or fold”. Come dargli torto? 

 

A Johnny piace giocarsela e anche in maniera piuttosto aggressiva, se può: “All’ultimo final table mi sono ritrovato Denis Karakashi e con lui non abbiamo mai paura a fare giocate con stack così lunghi. Io di sicuro mi diverto di più anche se so che è più difficile affrontare chi sa tenere le carte in mano ma che ragiona molto di più sul senso dei miei colpi. Invece al Day1 la maggioranza dei giocatori le mette più a caso, decisamente più a caso ed è molto meno divertente”. 

Il tuo game come sta andando? “Ho giocato un po’ poco ultimamente, anzi, da settembre scorso ho diminuito molto per motivi di lavoro. Il fatto di dover tornare lunedì in caso di qualificazione mi impediva di esserci e quindi rinunciavo direttamente a venire agli eventi. Poi io non gioco né online né cash game e le possibilità si riducono molto. Però i risultati continuano ad arrivare e io sono molto soddisfatto”. 

Tra queste “assenze” pesa quella dell’Ips Rozvadov: “Un vero peccato - conferma Mansutti - ci vado almeno due volte all’anno perché è una meravigliosa location e alla prossima spero di non perdermi questi splendidi eventi”. 

Come detto nell’attacco dell’intervista, dal 2018 sei stato preso dai Golden Boys. Come ti trovi? “Uno spettacolo davvero! Un team stupendo composto da persone veramente meravigliose oltre che bravi players!”. Good luck a tutti allora!

 

 

Please reload

Featured Posts

Maria Lampropulos: "All'IPS tra Wsope e Bahamas, un torneo meraviglioso"

November 13, 2019

1/3
Please reload

Recent Posts
Please reload

Archive